» » » » » » » Penzo senza barriere e fidelity: ecco le proposte di VeneziaUnited per il VeneziaFC


Sono state consegnate al VeneziaFC le proposte di VeneziaUnited relative all’eliminazione delle barriere allo stadio Penzo e all’istituzione di una fidelity card dedicata ai tifosi arancioneroverdi. Le due proposte progettuali, sviluppate dall’associazione su invito dello stesso dg Dante Scibilia, in seguito agli incontri intercorsi tra il CD di VeneziaUnited e la dirigenza del club alla presenza del presidente Tacopina, si inseriscono a pieno titolo nel percorso di crescita intrapreso dalla società di viale Ancona e potrebbero, se accolte, contribuire a rafforzare quel legame speciale tra il club arancioneroverde ed i suoi supporters. Alla presentazione al dg Dante Scibilia è seguito un incontro operativo con il delegato alla sicurezza, Franco Pasqualato, e con il responsabile dell’area marketing, Giuseppe Di Paola.

VeneziaUnited le presenta in anteprima a soci e tifosi, auspicando che, nell’ottica di promuovere il dibattito e la realizzazione di progetti che consentano una crescita del club, possano avere il giusto rilievo:


Da diverso tempo vi sono, in varie parti d’Italia, istanze che provengono dalle tifoserie affinchè gli stadi possano, attraverso adeguati percorsi di condivisione tra società, forze dell’ordine e tifosi, vedere eliminate le barriere che separano il campo da gioco dai settori nei quali prende posto il pubblico che assiste alle partite.

La riqualificazione degli stadi italiani, il miglioramento del comfort offerto ai tifosi e dell’atmosfera che essi stessi possono creare, sono temi ampiamente condivisi anche dall’estabilishment calcistico italiano tanto che FIGC e le varie Leghe hanno promosso progetti per incentivare l’eliminazione delle barriere, a cui hanno aderito numerosi club.

Gli esempi in questo senso vanno diffondendosi rapidamente in Italia, sulla scorta delle esperienze maturate in Europa, in particolare negli stadi britannici, e realizzazioni e progetti riguardano sia impianti sportivi di nuova costruzione che interventi su strutture esistenti come nel caso di Bergamo, Firenze, Cesena, Perugia, L’Aquila, Pesaro, solo per citarne alcune di categorie diverse.

Senza barriere significa permettere di godere dello spettacolo nella maniera migliore e trasmettere una sensazione di tranquillità che favorisce un approccio sereno allo spettacolo calcistico. Elementi che potrebbero permettere al VeneziaFC di promuovere con efficacia la propria immagine di club proiettato nel futuro ed attento alle esigenze dei propri tifosi.

L’eliminazione di barriere e recinzioni tra spettatori e campo da gioco potrebbe inoltre contribuire a valorizzare la centenaria storia dello stadio Penzo, proiettando il più antico (non ce ne vogliano a Genova, sponda rossoblu) stadio italiano direttamente nel terzo millennio, tramutandolo in uno straordinario elemento di marketing promozionale.

Il ritorno in Lega Pro consentirebbe inoltre al VeneziaFC di aderire al progetto STADI SENZA BARRIERE promosso dalla stessa Lega Pro che prevede canali di finanziamento e un disciplinare condiviso con le autorità preposte alla sicurezza per le procedure autorizzative. Tale progettualità prevede inoltre dei benefici per quelle società sportive che aderiranno, sul fronte del superamento degli obblighi derivati dall’iniziativa di fidelizzazione denominata Supporter- Card in tema di trasferte e accesso allo stadio di tifosi non fidelizzati.

Non va dimenticato, tuttavia, che in Italia vi sono questioni legate all’ordine pubblico negli stadi che, da un lato fanno registrare soprattutto nelle serie minori ancora svariati incidenti tra tifosi, dall’altro consentono all’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive di poter disporre divieti di accesso e chiusure di settori, sia in forma preventiva che sanzionatoria.

I presupposti perchè l’eliminazione delle barriere tra tifosi e campo da gioco possa dare i risultati attesi su questo fronte, non possono che passare:
a) attraverso un percorso di responsabilizzazione degli stessi supporters e
b) per lo sviluppo di buone pratiche tra i soggetti coinvolti o interessati;
il club calcistico, la tifoseria organizzata, le autorità di P.S., la Lega Calcio, l’amministrazione comunale, proprietaria dell’impianto, sono i partner naturali di questo processo virtuoso.

Nel caso, il progetto potrebbe anche procedere per gradi, iniziando dai settori Tribuna e Distinti, senza forzature e misurando di volta in volta gli esiti di una riduzione dei sistemi di sicurezza presenti allo stadio. Il continuo monitoraggio del meccanismo di responsabilizzazione dei tifosi e la sua implementazione attraverso campagne di educazione e sensibilizzazione della tifoseria e nelle scuole, diventano in quest’ottica garanzia di buona riuscita della sperimentazione.

Per questi motivi VeneziaUnited propone quindi alla società VeneziaFC di sviluppare senza indugio un progetto che possa consentire l’eliminazione delle barriere anche allo stadio Penzo, dove la squadra giocherà certamente i prossimi campionati.

La Fidelity Supporters Card è un’iniziativa già usata in diverse realtà sportive professionistiche, sia in campo calcistico che in altri sport.

Lo scopo principale di questa tessera è quello di creare una fidelizzazione tra il territorio e la squadra del “cuore”.

Infatti partendo dal concetto di base delle tessere promozionali aziendali già in voga in tutti i grandi esercizi commerciali, si è studiata una formula che da una parte permettesse alla società sportiva a) di incamerare nuovi potenziali (anche se non assidui) “clienti” b) di consentire a questi ultimi di godere di una serie di vantaggi a fronte di un contenuto esborso di denaro. Senza dimenticare che la vendita delle Fidelity (che hanno una distribuzione più agile e meno vincolante del classico abbonamento), porta alla Società stessa la possibilità di incamerare subito denaro, che in caso contrario non avrebbe.

La Fidelity che come Venezia United siamo a proporre, riprende in parte la fortunata esperienza già attiva nel basket cittadino con la Reyer Venezia.

Il tifoso viene invitato a tesserarsi a fronte di un esborso molto contenuto un tesseramento che consentirà

Ai tifosi saltuari
-di poter acquistare il proprio biglietto sia con una riduzione di solito quantificata nel 30%,
-di usufruire di una prelazione temporale sull’acquisto dello stesso se effettuato on-line.

l’ulteriore vantaggio potrebbe essere quello di
-bypassare i vari cavilli tecnici e di tempo che si vengono a creare alle biglietterie il giorno della partita, disagi legati al tempo di registrazione dei dati anagrafici e via libera della questura.

La tessera infatti avrà già verificato preventivamente dei reali motivi ostativi, e quindi con un software adatto basterà una semplice lettura del codice a barre della tessera, per poter emettere il titolo d’acquisto; risparmiando così tempi d’attesa infiniti e le conseguenti inutili polemiche.

Per l’ABBONATO il vantaggio verrebbe spostato sulla gratuità del trasporto acqueo da San Giuliano oltre che usufruire di una serie di scontistiche su eventuali promozioni delle aziende partner o sponsor della società che verrebbe riservata comunque a tutti i sottoscrittori della Fidelity.

Per la Società il vantaggio della fidelity sarà quello di
-“allargare” il bacino di potenziali tifosi, disponibili ad accedere allo stadio seppur non costantemente
-di lavorare per una sempre maggiore fidelizzazione di tutta la platea dei frequentatori dello stadio.

Resta comunque FONDAMENTALE che si vada a potenziare la vendita online dei biglietti, in modo che sia per i possessori della tessera che per i semplici “occasionali” il giorno della partita diventi un momento di festa e non di “arrabbiatura”.

All’interno di questo progetto che riteniamo vincente per aumentare le presenze allo stadio e il bacino d’interesse, chiederemmo che:

-ai soci del Supporters Trust fossero concesse condizioni particolari
-per realizzare una vera partnership tra il Trust dei tifosi e il Club,
-per dare un input più incisivo e pubblico al ruolo del Supporters Trust.

Rimane fondamentale l’effettuazione del servizio trasporto acqueo da San Giuliano

-gratuito per tutti i sottoscrittori della stessa
-ad un prezzo popolare per coloro che non sottoscrivessero la Fidelity

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: