» » » » » » Football Supporters Europe, resonconto dell'avventura delle Fans' Embassy a Euro 2016


Proprio come i nuovi campioni europei del Portogallo, la Football Supporters Europe può annunciare che le Ambasciate dei Tifosi possono guardare indietro al torneo di maggior successo nella loro storia: i volontari tifosi, provenienti da 19 paesi partecipanti, si sono impegnati per guidare i fan in trasferta attraverso tutte le fasi di EURO 2016. Ma allo steso tempo, è necessaria una valutazione critica dei concetti di sicurezza durante il torneo.

Le Ambasciate dei Tifosi e i relativi servizi, del progetto RESPECT FAN CULTURE hanno fornito informazioni e consigli ai tifosi in trasferta per seguire le proprie nazionali, nei giorni delle partite, ed hanno ricevuto numerose richieste da parte dei tifosi durante tutto il torneo.  Complessivamente sono stati presenti 160 volontari e membri dello staff che hanno gestito gli infopoint delle Ambasciate dei tifosi durante tutte le partite di questi Europei.

Durante il torneo erano presenti le Ambasciate dei tifosi delle seguenti nazionali: Albania, Austria, Belgio, Croazia, Francia, Galles, Germania, Hungaria, Inghilterra, Islanda, Italia, Irlanda del Nord, Repubblica Ceca, Repubblica d'Irlanda, Russia, Svezia, Svizzera, Turchia e Ucraina. La divisione delle Ambasciata dei tifosi di Football Supporters Europe vuole ringraziare ogni singola persona coinvolta e, inoltre, mettere in evidenza la collaborazione produttiva e il grande sostegno ricevuto dalla UEFA, dalla fondazione Daniel Nivel, dalla organizzazione partner francese Concordia, dalla maggior parte delle città ospitanti, nonché da varie associazioni calcistiche nazionali e dai governi dei paesi partecipanti a questo torneo. 

Mentre la cooperazione, la comunicazione e le condizioni di lavoro generali tra gli staff delle Ambasciate dei tifosi e le città ospitanti, come a Lille, Nizza e Tolosa, nonché con la UEFA e l’ organismo nazionale DIGES, sono state molto positive e ricche di fiducia, questo è stato altrettanto con le autorità di polizia solo dopo la fase a gironi. Solo durante poche partite della fase a gironi, la polizia è sembrata disposta a prendere in considerazione le raccomandazioni degli esperti delle Ambasciate dei tifosi.  Soprattutto nelle situazioni ad alto rischio o dopo il verificarsi degli incidenti, la polizia non ha consultato le Ambasciate dei tifosi. Ma dove la polizia ha teso la mano allo staff delle Ambasciate dei tifosi, facilitando un clima di festa per la maggior parte dei presenti, difficilmente sono stati registrati incidenti. 

Un enorme “Grazie!” va in particolare alle autorità e agli organizzatori della città di Lens, per la gestione di migliaia di tifosi in città, in occasione dell’incontro tra Inghilterra e Galles. Nonostante le grandi preoccupazioni per la sicurezza in vista della partita, in particolare dopo gli eventi a Marsiglia, la piccola città ha fornito un tranquillo e caloroso benvenuto a una folla enorme di appassionati di calcio. I tifosi inglesi e gallesi li hanno ripagati facendo una grande festa per le loro squadre, per tutto il giorno, senza incidenti rilevanti. Siamo sicuri che questo è il risultato di ampie consultazioni con i rappresentanti dei tifosi dello staff delle Ambasciate dei tifosi di entrambi i paesi, e dei loro incontri con i loro pari. Anche la polizia di Marsiglia ha imparato la lezione dopo gli eventi in occasione dell’incontro tra Inghilterra e Russia, ed ha coinvolto lo staff delle Ambasciate dei tifosi provenienti da Francia e Albania nelle consultazioni per la partita successiva in città. Risultato, ancora una volta: niente problemi rilevanti.

Tuttavia, al contrario, e nonostante il lavoro positivo portato avanti dai tifosi volontari, e pur consentendo la marcia dei tifosi, la città di Parigi ripetutamente non è riuscita a fornire adeguate strutture per permettere il lavoro delle Ambasciate dei tifosi, per operare opportunamente durante le partite. Inoltre, i numerosi divieti di vendita e consumo di alcolici in seguito agli incidenti a Marsiglia tra hooligan russi e tifosi inglesi, sono stati visti come una misura controproducente e come segno di totale impotenza. I divieti di vendita di alcoolici non hanno assolutamente penalizzato i colpevoli. Gli attacchi degli hooligan a Marsiglia, Nizza o Lille non sono stati causati da disturbatori ubriachi ma dalla pura volontà di creare problemi in combinazione con una risposta inadeguata da parte della polizia. E'stato un approccio paternalistico punire tutti i tifosi, che non desideravano altro che godersi un evento di festa.

Tutto sommato, quello che sarà maggiormente ricordato di questo torneo EURO 2016 sarà la maggioranza di partite e incontri pacifici e festosi in tutta la Francia, con gli appassionati di calcio che celebrano la solidarietà internazionale comportandosi al meglio, nonché il servizio delle Ambasciate dei tifosi migliore di sempre. Ed il loro lavoro continuerà oltre EURO 2016: nel mese di settembre 2016, tutte le squadre delle Ambasciata dei tifosi dei paesi partecipanti si incontreranno ancora una volta con gli organizzatori in Francia. Insieme valuteranno gli accordi con i tifosi al torneo per costruire un’eredità, utilizzando EURO 2016 come una possibilità di rivedere i concetti di sicurezza nazionale in un modo che sia in grado di integrare il dialogo con i tifosi come elemento chiave per eventi calcistici festosi e sicuri in futuro in Francia. Le conclusioni della valutazione saranno pubblicate subito a seguire.

Football Supporters Europe ha anche perso un membro importante e un caro amico durante il torneo. Erik Reynaerts, che aveva organizzato l’Ambasciata dei tifosi belga, è tragicamente scomparso lunedì, 27 giugno, in seguito ad un grave attacco cardiaco subito il giorno prima. Lo porteremo sempre nei nostri cuori. I nostri pensieri vanno alla sua famiglia ed ai suoi cari. Auguriamo loro tutta la forza, l’unità e l'amore necessario ad aiutarli a superare i giorni e le settimane di dolore e sofferenza che affronteranno. 

Ambasciate dei tifosi è il nome che è stato dato a un servizio di consulenza, informazione e sostegno per i tifosi che viaggiano per tornei internazionali o per trasferte in paesi stranieri, organizzate dai tifosi e per i tifosi. Per più di 20 anni le iniziative delle Ambasciate dei tifosi hanno contribuito a creare atmosfere di festa e a ridurre tensioni e violenze nei più importanti tornei. Sviluppato dai tifosi, il concetto oggi è riconosciuto come miglior prassi politica nel settore della sicurezza e della prevenzione a livello europeo. Le Ambasciate dei tifosi durante UEFA EURO 2016 hanno operato all’interno del progetto RESPECT FAN CULTURE e sono sostenute dalla UEFA, dalla fondazione Daniel Nivel e dall’organizzazione partner francese Concordia, come anche da numerose città ospitanti, associazioni di calcio nazionali e governi dei paesi partecipanti.

da: fansembassy.org

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: