» » » » » » Iscrizione ok per la Gioiese, è ufficiale anche la data di partenza dell'Azionariato Popolare che sarà sabato 23 luglio


La Gioiese è più viva che mai e sarà presente ai nastri di partenza del prossimo campionato di Promozione, chi aveva dubbi a riguardo sarà smentito dal comunicato del C.R. Calabria che, presto, diramerà gli organici dei vari tornei per la stagione 2016/2017. L’iscrizione è avvenuta con successo e per arrivare a questo primo step il duo Rosario Schiavone – Alessandro Avella, ha dovuto compiere davvero i salti mortali. Nei giorni scorsi, infatti, tra gli sportivi di Gioia Tauro ed anche dal nostro portale, si era temuto il peggio, consci delle difficoltà che una società sportiva (a qualsiasi latitudine) può attraversare in un momento di bassa congiuntura economica come questo.

Ma, ancora una volta, così come fatto nella passata stagione, quando si è salvato un titolo sportivo dal fallimento, anche oggi, la giovane dirigenza viola non ha deluso le aspettative, compiendo un gesto che rilancerà l’entusiasmo leggermente sopito all’indomani di un triplice trionfo che rimarrà negli annali del calcio metaurino.

Un’euforia che adesso dovrà contagiare tutta la Città, a partire dall’Amministrazione Comunale (per la verità sempre vicina nella persona del sindaco Pedà), per continuare nei grossi soggetti economici che operano sul territorio, i quali adesso potranno confrontarsi non più sul solito contributo a fondo perduto, da destinare ad una squadra di calcio, ma che invece avranno diverse possibilità di scelta su come “investire” sul progetto Gioiese edentrare a far parte del “circuito viola“. Il sodalizio pianigiano, di fatti, ha già definito un listino ufficiale, mediante il quale una qualsivoglia attività commerciale avrà la possibilità di mettere in mostra il proprio brand, scegliendo la cartellonistica (che sarà installata a bordo campo in stile ring), oppure divenire partner o meglio ancora main sponsor di una squadra che ha programmi ambiziosi ma che, non farà assolutamente il passo più lungo della gamba.

L’organico verrà allestito in base al budget che ci sarà a disposizione, senza strafare, ma tenendo ben in mente che si parla pur sempre della Gioiese. Anzi a partire da oggi (ma si aspetta l’ufficialità della L.N.D.) si parlerà di Gioiese Football Club, un nome affascinante che avrà il compito di far convergere la continuità di due storie (A.C. Gioiese e Nuova Gioiese) in un’unica grande passione per il colore viola. AZIONARIATO POPOLARE: la passione, già, una parola ricorrente nel mondo del calcio, una parola che potrà essere determinante per il futuro di questo club. Sabato 23 luglio 2016, alle ore 19:00, scatterà l’ora X, ovvero sarà convocata la prima assemblea del famoso azionariato popolare. Quel giorno si vedrà davvero chi vuol vedere questo team ritornare grande, perché i tifosi avranno la possibilità di diventare grandi protagonisti, divenendo sotto alcuni aspetti anche “proprietari” della Gioiese.

Ma di questo ne parleremo in questi giorni, quel che è  certo è che per quella data, saranno ufficializzati tutti gli obiettivi societari ma anche tecnici. Quasi sicuramente da Sala Fallara, sede designata per la riunione, arriverà anche l’investitura ufficiale per il nuovo allenatore che, al 99,99% dovrebbe essere (come ampiamente anticipato dalla nostra redazione nei giorni scorsi) Peppe Infusino, una soluzione interna di continuità che riscuote le simpatie di tutto il popolo viola. IMPIANTI SPORTIVI: l’ultima, doverosa, menzione va riservata ai due impianti sportivi che fino a oggi sono risultati la nota dolente di un territorio che sviluppa una grossa attività agonistica nel calcio. Ricordiamo che a Gioia Tauro, senza contare la varie scuole calcio, insistono quattro società di senior, ovvero Gioiese in Promozione, Real Gioia in Prima Categoria, Saint Michel in Seconda Categoria (ma potrebbe anche essere Prima n.d.r.) e Taurus nel campionato Amatoriale.

Ad oggi l’unico impianto fruibile è il Polivalente “Pasquale Stanganelli”, ma lo stesso si presenta in condizioni davvero precarie. Interpellato dalla nostra redazione, il primo cittadino Giuseppe Pedà ha assicurato che già dalla prossima settimana partiranno, si spera in modo definitivo, i lavori di completamento del “Cesare Giordano”, ma un intervento serio va riservato al primo impianto, quello di contrada Lacchi, che ha bisogno di una manutenzione costante. Naturalmente non si chiede la luna, perché si comprendono i mille problemi che deve affrontare chi amministra la “Cosa Pubblica”, non si pretende un tappetino verde in stile “Bernabeu”, ma quantomeno una pulizia decorosa del campo, e di tutto ciò che c’è intorno, compresi gli spogliatoi e l’esterno adiacente a tribune e parcheggi, oggi davvero impraticabili, crediamo sia giusta.

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: