» » » » » » La Coppa del Mondo Homeless 2016 a Glasgow


Come ogni anno la UEFA supporta la Coppa del Mondo Homeless, competizione che promuove importanti valori come l'inclusione sociale, il rispetto, l'uguaglianza di genere e lo spirito di squadra.

La Coppa del Mondo Homeless 2016 si svolge a George Square, Glasgow dal 10 al 16 luglio. Alle oltre 400 partite di calcio partecipano più di 500 giocatori, sia uomini che donne, provenienti da 52 nazioni diverse.
Con un numero stimato dalle Nazioni Unite di 100 milioni di persone senza fissa dimora in tutto il mondo, l'obiettivo del torneo è quello di accendere i riflettori sui giocatori che hanno scelto un cammino verso un futuro migliore e di sfidare i pregiudizi diffusi nei confronti dei senza tetto.

La UEFA è orgogliosa di aver dato ancora una volta il proprio supporto alla Homeless World Cup, non solo per la sua dimensione sportiva, ma anche per il suo scopo sociale - ovvero migliorare la salute sia fisica che mentale dei partecipanti, nonché innalzare il loro livello di autostima.


Mel Young, co-fondatore e presidente della Coppa del Mondo Homeless, ha detto: "Durante il torneo i giocatori imparano i benefici del lavoro di squadra, conoscono nuove persone provenienti da culture diverse, e diventano ambasciatori del loro paese".

Ogni anno la UEFA ospita il ‘Respect Day’ durante la competizione. Questa giornata galvanizza le azioni e le attenzioni nei confronti del rispetto verso se stessi, verso i compagni, verso gli avversari, gli arbitri e il gioco in generale.

La Coppa del Mondo Homeless, la cui prima edizione si è disputata nel 2003, è diventata in poco tempo un torneo annuale. La competizione unisce programmi di calcio di strada di tutto il mondo e ogni partecipante rappresenta la propria nazione con passione e orgoglio.

Questo movimento sociale pionieristico ogni anno tocca le vite di 100.000 senza tetto e prova ad attuare un cambiamento significativo nelle loro vite attraverso il meraviglioso gioco del calcio.


About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: