» » » » » » » L’idea di Noi Samb prende vita. Sabato verrà inaugurato “Largo Stefano Borgonovo”


La cerimonia avrà luogo nel piazzale antistante la Curva Sud dello stadio Ballarin sabato 1 ottobre alle ore 12

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’idea dell’Associazione Noi Samb prende vita. Verrà inaugurato sabato 1 ottobre  “Largo Stefano Borgonovo“.

Tutto avrà inizio alle ore 10.30 presso il Municipio dove il Sindaco Pasqualino Piunti e l’Assessore Pierluigi Tassotti incontreranno Chantal Borgonovo, moglie di Stefano, accompagnata dalle figlie Gaia e Benedetta. Saranno presenti, oltre ai componenti del consiglio direttivo dell’Associazione, anche alcuni degli ex compagni di squadra tra i quali mister Ottavio Palladini e Bruno Ranieri.

Alle 12 la cerimonia si sposterà nel piazzale antistante la Curva Sud dello stadio Ballarin dove verrà scoperta la targa realizzata in memoria di Borgonovo. Alle ore 14 Chantal e le figlie raggiugeranno lo stadio “Riviera delle Palme” per assistere all’incontro tra Sambenedettese e Parma. Prima del fischio di inizio omaggeranno gli ultras rossoblù consegnando loro una maglia dell’ex calciatore colpito dalla Sla.

“Stefano Borgonovo è un ex giocatore della Sambenedettese ma non solo. È stato, ed è tutt’ora, simbolo della lotta alla sclerosi laterale amiotrofica. Quando si parla di questo male non si può non pensare a lui – ha dichiarato il consiglio direttivo dell’Associazione Noi Samb – Sono trascorsi otto anni da quando Stefano, in occasione di Fiorentina-Milan, decise con grande coraggio di mostrare la sua malattia. In questo modo lanciò un segnale fortissimo perché prima di quel momento la Sla non era conosciuta come lo è adesso. Siamo felici che il Comune abbia accolto con entusiasmo la nostra richiesta. Dopo Firenze e Como anche San Benedetto del Tronto ha attribuito il nome di una via ad un uomo capace di farsi portavoce assoluto di tutte le vittime colpite da questo terribile male del quale ancora, purtroppo, non si conosce una cura”.

da noisamb.it

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: