» » » » » » UEFA Foundation for Children, inaugurata la Casa dello Sport a Za'atari


Un importante progetto finanziato dalla UEFA Foundation for Children ha portato all'inaugurazione della Casa dello Sport al campo profughi di Za'atari in Giordania.

La Casa dello Sport, costruita all'interno del campo, sarà il fulcro di tutte le attività sportive. La struttura è stata inaugurata ufficialmente alla presenza dei rappresentanti del Progetto di Sviluppo Calcio Asiatico (AFDP), dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), della UEFA Foundation for Children e dell'ex nazionale francese Christian Karembeu.

"Tutti i bambini meritano un ambiente in cui poter crescere e quelli siriani non sono un'eccezione - ha dichiarato il principe Ali bin Hussein, fondatore del progetto AFDP -. Oggi regaliamo a migliaia di giovani rifugiati un ambiente sano e vivace e gli strumenti necessari per coinvolgerli in attività che possano illuminare le loro giornate e, si spera, anche il loro futuro".

"Ringrazio di cuore la UEFA Foundation for Children per il sostegno al progetto AFDP e per aver tenuto accesa la scintilla della speranza tra i bambini dall'apertura del campo profughi di Za'atari nel 2012".

"È un importante traguardo per i nostri progetti al campo di Za'atari - ha aggiunto Pascal Torres, segretario generale della UEFA Foundation for Children -. Quando la fondazione decide di finanziare un progetto, un obiettivo importante è garantire che abbia benefici continui per i bambini" .

"Dal 2013, uomini e donne sono stati istruiti per diventare allenatori. Oggi inauguriamo strutture che consentiranno a tutti i bambini del campo profughi di fare sport in un ambiente sicuro".

La UEFA Foundation for Children estenderà le sue attività alle comunità locali della Giordania, che ospita molti bambini provenienti dalla Siria e da altri paesi in conflitto.

L'obiettivo della nuova iniziativa è aumentare il lavoro con i bambini giordani e i profughi attraverso progetti socioeducativi e sportivi, in particolare con l'aiuto del calcio.
L'iniziativa si svolge in collaborazione con il ministero giordano dell'educazione e sarà attivata in 12 scuole del paese, servendo circa 15.000 bambini.

Norman Darmanin Demajo, membro del consiglio di amministrazione della fondazione e presidente della Federcalcio maltese (MFA), ha fatto visita al campo di Za'atari. "Sono molto contento di vedere tutto il lavoro svolto con i bambini e di osservare l'impatto positivo che lo sport ha sulla loro vita quotidiana".

"La Casa dello Sport inaugurata oggi è una grande risorsa per la sostenibilità. La fondazione lavorerà anche all'esterno del campo per includere le scuole giordane, con il sostegno delle autorità nazionali".

"Attraverso i suoi programmi, la UEFA Foundation for Children intende combattere la povertà e la sofferenza dei più piccoli". 

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: