» » » » » » » » » » » Lucca United ha ricevuto il mandato dai soci per cercare di arrivare all’acquisizione del 10% della A.S.Lucchese Libertas 1905


Presenti all’assemblea due componenti del “direttivo” di  “Supporters in campo”.Mirko Cecconi amministratore delegato di “Orgoglio Pratese” con la presenza prestigiosa di Pippo Russo,sociologo,giornalista di Repubblica ed autore della prima inchiesta sui fondi di investimento nel calcio e delle strane e contorte triangolazioni sulla cessione di giocatori. Parole messe,nero su bianco in “Goal di Rapina”.

Ad accompagnare Mirko,due rappresentanti di “Orgoglio Pratese”con cui ci siamo scambiati consigli e preziose informazioni.

E’ stata una serata lunga al Museo Rossonero ma una serata costruttiva per tante cose, sicuramente un altro passo in avanti dell’azionariato popolare lucchese.


All’ordine del giorno, la deliberazione dell’aumento della quota sociale di Lucca United all’interno della prossima composizione del rinnovato pacchetto azionario della nuova Lucchese.

La Lucchese dei lucchesi, la Lucchese del dopo Bacci.


I soci,hanno votato e a larga maggioranza dato mandato per alzare la quota societaria fino al 10% .
Un altro sforzo che sarà apportato da Lucca United sotto varie forme ma con il fine ultimo di stabilizzarsi ad una percentuale proporzionata alla propria forza e da quanto potrà arrivare dalla raccolta di sponsor e donazioni varie. L’assemblea di stasera presieduta dal nostro presidente Stefano Galligani e da uno dei due vice Moreno Micheloni, ha visto l’intervento illuminante di Marco Gonzadi sul momento attuale societario e i vari scenari che si presenteranno.

Un passo importante e forse decisivo per il futuro della nostra Pantera e’ stato compiuto stasera. L’era degli imprenditori avventurieri e’ da ritenersi per sempre conclusa. Aria nuova intorno alla Lucchese come ha detto Vittorio Tosto,intervenuto come socio ma più volte protagonista negli anni di carriera come calciatore in maglia rossonera.
LUCCA UNITED

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: