» » » » » » » » » Lucca United: Alla ricerca di atmosfere old style. Missione Portsmouth 2017


Queste foto alcune delle quali veramente belle,meriterebbero un articolo o se preferite, un lungo resoconto. Mi limito ad un commento breve e sintetico. Portsmouth missione nr 2 (dopo la visita forzatamente” esplorativa “) del novembre 2015, è stata una missione compiuta.

La voglia di tuffarsi ,per quanto ancora possibile ,nelle atmosfere del calcio inglese di una volta , è stata in gran parte ripagata dalla scelta di Portsmouth , della partita del Pompey e dei suoi tifosi.
 La visita allo Shepherds Crook, il pub dove si trovano i tifosi dopo le partite casalinghe, la lunga chiaccherata con i nostri coetanei, alcuni dei quali con un passato di tutto rispetto nella 6.57 Crew, sono stati un bagno salutare e benefico nel calcio che disperatamente cerchiamo di non perdere.
 I 17.562 spettatori del match al quale abbiamo assistito , quasi tutti con la maglietta del Pompey, resteranno a lungo nei nostri ricordi più belli.

La fiumana umana che dalla stazione di Fratton si dirigeva verso lo stadio uno spettacolo di festa calcistica. Avevamo visto giusto.A Portsmouth,cittadina molto bella tra l’altro,si può ancora respirare quel calcio di cui siamo inguaribili romantici e cultori. Un baluardo ancora oggi contro il calcio moderno e le sue degenerazioni e aberrazioni.

E’ una battaglia persa probabilmente. Ma finché ci saranno squadre e tifosi come quelli del Pompey ci sarà ancora modo per divertirsi. Grazie all’amico di sempre Matthew Bazell per essere stato con noi. E grazie a Kevin Proctor che non è voluto mancare. Grazie a Steve Tucker per aver fatto gli onori di casa e per averci raccontato un po’ di storie.

Grazie a Steve Hudson per averci introdotto. Grazie a Simon dello Sheperds Crook per le pinte.
Grazie ai tifosi del Pompey che abbiamo incontrato e che ci hanno accolto con simpatia e calore.

da: luccaunited.com al LINK le foto Qui Video

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: