» » » » » » I costi del Parma 1913 mettono all’angolo l’azionariato popolare


Per sostenere le spese della squadra, il Parma Calcio 1913 srl riduce il proprio capitale e rinuncia di fatto all’azionariato popolare. Così come rinuncia al merchandising nei centri commerciali.

Pochi giorni fa, il 26 aprile, la società che possiede la squadra crociata ha azzerato il proprio capitale. per poi ricostituirlo ad un valore molto inferiore al precedente. Il capitale da 657.436 euro è passato a 100mila euro. Un taglio per coprire parte delle alte spese: il Parma spende molto più delle altre società della sua categoria (LEGGI QUI)

L’operazione, che ha dato fiato ai conti della squadra, ha implicato la modifica delle partecipazioni societarie. Ora l’azionariato popolare ha solo il 10% dei gialloblù, mentre il restante 90% è in mano al gruppo di imprenditori che ha sostenuto il rifinanziamento. Gli imprenditori controllano il Parma attraverso la Nuovo Inizio srl e sono Barilla, Dallara, Pizzarotti, Del Rio, Angelo Gandolfi, Marco Ferrari e Giacomo Malmesi. L’azionariato popolare è rappresentato dalla società Parma partecipazioni calcistiche spa, che raccoglie poco più di 400 tifosi, persone che per aiutare la squadra hanno messo dai 100 ai 15mila euro ciascuno (LEGGI QUI), denaro che sta evaporando, visti i costi.

La società ha anche confermato l’avvocato Giacomo Malmesi nel ruolo di amministratore, la definitiva sostituzione di Nevio Scala, anche se ancora non è sato nominato un nuovo presidente del cda (LEGGI QUI).

Il Parma ha infine deciso di interrompere a pochi mesi dalla presentazione l’attività di vendita dei propri gadget attraverso distributori automatici, che era stata tentata in quattro centri commerciali della provincia da dicembre 2016. L’attività, che evidentemente non ha dato i risultati sperati, era nata da un accordo di partnership fra Conad Centro Nord e Parma Calcio 1913. Da distibutori a gettone installati nei centri Conad di Collecchio, Fidenza, Langhirano e Noceto era possibile acquistare i gadget del merchandising crociato.

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: