» » » » » » Restyle e ammodernamento al nuovo stadio “G. Celeste” di Messina(Video)


Rendering della proposta di intervento di restyle e ammodernamento al nuovo stadio “G. Celeste” di Messina. Da ACR Messina



-I lavori riguarderanno tutti gli gli interventi per ottenere l'ok degli organi di vigilanza e controllo (ad esempio abbattere la parte in vetro che separa la Tribuna A da quella Coperta, mettere i seggiolini in gradinata e tribuna coperta, installare l'impianto di videosorveglianza e tanti altri lavori);
-L'ingegnere Mento ha detto che si è già provveduto alla risemina del campo e dalla prossima settimana si lavorerà al drenaggio, necessario per il recupero dell'acqua piovana;
-L'università effettuerà le prove su strutture e materiali per l'ottenimento dell'agibilità dell'impianto;
-Saranno smontate le panchine, verranno arretrate in tribuna (stile Juventus Stadium) così da consentire l'allargamento del campo e portarlo alle misure regolamentari sia per la C che la B. Le misure saranno: larghezza 100 metri e profondità 64 metri. I regolamenti impongono 2 metri e 50; nelle due curve le misure sono rispettate, mentre dello spazio dovrà essere recuperato in tribuna e gradinata;
-L'impianto di illuminazione è stato sottoposto a dei test che hanno verificato che già ora possiede gli 800 lux richiesti per la disputa delle gare in notturna;
-Saranno effettuati importanti interventi sulla copertura della Tribuna Coperta, per il ripristino di una porzione in cui vi sono state delle perdite, testimoniate dalla presenza di ruggine. La copertura sarà di nuovo impermeabilizzata;
-Saranno installate telecamere ad alta definizione, sarà allestito il Gos in gradinata, è stato pensato di realizzare uno spazio che sarà messo a disposizione delle autorità di pubblica sicurezza;
-Gli architetti Enza Pernice e Tommaso Bellamacina hanno pensato alla realizzazione di accoglienti e curati Sky Box in tribuna A e gradinata e il parterre in gradinata (come al "Franchi" di Firenze). Lo stadio dovrà essere senza barriere per i portatori di handicap;
-Sono state previste aree di prefiltraggio così come viene fatto a Parma, Matera, Catania e Reggio Calabria. Ci sarà un sistema di barriere amovibili e movimentabili agevolmente alte 2 metri e mezzo che creeranno delle aree di sicurezza;
-Sul fronte viabilità e parcheggi ci sarà la libera circolazione nelle arterie principali senza creare particolari ripercussioni nelle vie interessate. L'unica via chiusa al traffico sarà la via Oreto, ma i residenti e le attività presenti avranno dei pass di libero accesso;
-Il problema parcheggi è risolto grazie ai tanti presenti nella zona a valle dello stadio e nel parcheggio Zaera. Inoltre con l'Atm si sta studiando un sistema integrato per favorire gli sportivi;
-Ci saranno dei palmari che consentiranno di identificare la persone in possesso del tagliando di accesso allo stadio;
-L'obiettivo realistico della società è quello di aprire entro l'8 settembre la curva nord, la curva sud, la Tribuna coperta, una importante porzione della gradinata e il settore ospiti. Un totale di 5mila spettatori, compresi i 562 della Tribunetta Valeria. I lavori immediati saranno fatti in Tribuna Coperta e dopo i cantieri saranno attivati in gradinata;
-In due mesi non potranno essere fatti lavori ulteriori. Una volta ottenuta la concessione pluriennale dal consiglio comunale, vi saranno tutta una serie di interventi tra cui: fari a led e pannelli fotovoltaici sulle varie coperture, la realizzazione di una palestra, di una sauna, del museo del club, di un punto ristoro sotto la Tribuna Coperta con una società di marketing attiva a livello nazionale che avrebbe già contattato il Messina, il parterre in gradinata e gli Sky Box. I lavori dureranno circa 1 anno.

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: