» » » » » » Cervinara. Ricci, altro che addio: con patron e azionariato popolare si può..


Tanti perché, tutti condivisibili, enunciati nel comunicato emesso dall'ufficio stampa cervinarese. L'unica controversia della faccenda resta la tempistica, col presidente Ricci che anche nel post assemblea aveva garantito la richiesta di ripescaggio salvo poi ritrattarla a sole ventiquattr'ore dal gong. Ma anche qui il motivo è facilmente rintracciabile nei rumors che raccontano di accordi economici importanti, fondamentali per sostenere i costi di gestione di un torneo così oneroso, saltati all'ultimo.

Archiviate, dunque, tutte le spiegazioni del caso, di sicuro il punto più importante della nota riguarda la cessione gratuita del titolo da parte del patron all'amministrazione comunale. Subito dopo, però, si legge che 'Ricci non può più continuare a fare calcio da solo'.

In sostanza, quella del numero uno caudino è una richiesta d'aiuto più che un addio al club, come si sarebbe potuto interpretare dalla prima affermazione. Ricci insomma chiama i rinforzi che paiono già sul punto di arrivare tramite l'azionariato popolare proposto da Giacomo Silietti. 

I conti, sempre nell'ottica di un campionato di vertice, sono presto fatti. Con nel mirino cinquecento quote (da cento euro ognuna) e rinnovandole magari a metà campionato, l'iniziativa di Silietti coprirebbe più della metà delle spese necessarie per l'intera stagione, utilizzando sempre il termine di paragone con lo scorso anno. L'investimento restante potrebbe poi essere operato dallo stesso Ricci in collaborazione con alcuni sponsor.

Tutto passa, insomma, dal contributo già promesso dai tanti appassionati cervinaresi e che pare un'autentica certezza. Proprio per questo, Ricci comincerà già dal prossimi lunedì a muoversi per bloccare innanzitutto gli artefici dell'ultima annata per i quali, ovviamente, fioccano le richieste.
Altro che addio, il Cervinara, sempre più del popolo, programma una nuova grande stagione.

di Valentino Nigro da: avellino.iamcalcio.it

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: