» » » » » » Coppa delle Regioni UEFA: tutto l'amore per il calcio


La Coppa delle Regioni UEFA consente ai migliori calciatori dilettanti d'Europa di mettersi in luce a livello internazionale. La 10ª edizione si disputerà in Turchia la prossima settimana.

Parlando del trionfo del Braga in Coppa delle Regioni nel 2011, il difensore José Fortunato ha spiegato che la più importante competizione europea per dilettanti permette di realizzare un sogno. "In futuro ripenserò a questo torneo come qualcosa di unico e straordinario - ha commentato -. È come camminare a tre metri da terra".

Da 10 edizioni, il torneo regala questa sensazione alle migliori squadre amatoriali d'Europa. Anche se anche se alcuni giocatori sono poi arrivati in UEFA Europa League, UEFA Champions League e in nazionale maggiore, il torneo celebra lo spirito dilettantistico.

La Coppa delle Regioni mette in vetrina i talenti che non hanno mai giocato a livello professionistico. I suoi criteri di idoneità garantiscono che le squadre qualificate attraverso i tornei nazionali competano a un livello simile: il risultato è una concorrenza molto agguerrita, ma anche un vero senso di comunità e rispetto.

L'impegno dimostrato da squadre e allenatori è enorme. Gerry Smith, che nel 2015 ha portato al trionfo la Eastern Region IRL, ha raccontato: "Il mio vice Gerry Davis ha finito di montare il DVD per la partita alle 3.15 di stamattina e lo abbiamo guardato alle 8.30 - ha commentato -. Tutta la settimana abbiamo parlato solo di calcio, calcio e ancora calcio".

Le nazioni ospitanti mettono a disposizione ottime infrastrutture, un esercito di volontari e impianti e terreni di gioco degni della UEFA Champions League. La UEFA, inoltre, sfrutta la competizione per far crescere i direttori di gara: i prescelti per la fase finale vantano esperienza ai massimi livelli nel loro paese e aspirano ad arrivare ai vertici della professione.

Il calcio non sarà professionistico, ma le emozioni sono ancora più intense. Come ha detto Francesco Gasparato, attaccante del Veneto trionfatore nel 2013: "Domani torneremo alla vita di tutti i giorni, ma di sicuro con un sorriso più grande. Faccio quello che faccio con grande gioia: ho un figlio, una compagna e un lavoro e gioco a calcio quando ho tempo. È una passione, la cosa che mi piace fare di più al mondo, e oggi abbiamo raggiunto l'apice. La gioia più grande della mia vita è stata la nascita di mio figlio, poi c'è questa". 

Fase finale 2017
Alla decima edizione della Coppa delle Regioni partecipano squadre provenienti da otto federazioni UEFA.

La regione di Zagabria (Croazia) cercherà di fare un passo in più rispetto al 2015, quando è stata battuta in finale dalla Eastern Region (Irlanda), mentre la squadra di Istanbul punta sul fattore campo. "Essere i padroni di casa è un vantaggio e non ci mette sotto pressione", ha dichiarato il tecnico Kamil Doygun, i cui giocatori militano nei campionati locali della capitale.
"I ragazzi potrebbero giocare tranquillamente in seconda divisione, ma hanno le potenzialità per andare ancora più avanti". Il tempo dirà se ha ragione o meno, ma se non altro i giocatori avranno a disposizione le migliori infrastrutture del paese. Il torneo verrà infatti disputato nel complesso Hasan Doğan, che prende il nome da un ex presidente della Federcalcio turca (TFF) ed è il ritiro della nazionale maggiore.

Ubicato a Riva, circa 30 km a nord di Istanbul e vicino alle rive del Mar Nero, il complesso è stato inaugurato formalmente a luglio 2014. Comprende cinque campi di allenamento, strutture per la riabilitazione, piste di atletica, piscine per il nuoto e le terapie e gli uffici della TFF. Le partite verranno disputate in altri due impianti: lo stadio Yusuf Ziya Öniş, terreno di gioco del Sariyerspor, e lo stadio Ümraniye, dove gioca un'altra squadra dei sobborghi, l'Ümraniyespor.

Gruppo A
Istanbul (Turchia)
Ingulec (Ucraina)
Regione di Zagabria (Croazia)
Lisbona (Portogallo)

Gruppo B
Castilla y León (Spagna)
Regione di Olomouc (Repubblica Ceca)
Region 2 (Repubblica d'Irlanda)
Regione Sud (Russia)
Calendario
Fase a gironi: 1, 3 e 6 luglio
Finale: 9 luglio

L'articolo è stato originariamente pubblicato su UEFA Direct N. 168

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: