» » » » » » » FIGC, il Consiglio Federale accoglie i ricorsi per l'iscrizione in Serie C


SU PARERE POSITIVO DELLA COVISOC, IL CONSIGLIO HA AMMESSO AL PROSSIMO CAMPIONATO LE SOCIETA’ AKRAGAS, AREZZO, FIDELIS ANDRIA, JUVE STABIA E MODENA. EUROPEO UEFA UNDER 21 2019 : A UDINE LA FINALE E A BOLOGNA LA GARA INAUGURALE.

Il presidente federale ha aperto i lavori alle ore 13.30 alla presenza dei consiglieri: Gravina e Abete per la Lega Pro; Sibilia, Bacchetta, Cosentino, Caridi, Montemurro e Rungger per la Lega Nazionale Dilettanti; Tommasi, Calcagno e Perrotta in rappresentanza dei calciatori; Ulivieri e Perdomi in rappresentanza degli allenatori; il presidente AIA Nicchi; il direttore generale della FIGC Uva; il Segretario federale Di Sebastiano, il membro del Consiglio FIFA Christillin. Invitato al Consiglio, in qualità di uditore, anche il vice presidente della Lega B Andrea Corradino.

Il presidente federale Carlo Tavecchio ha aperto i lavori relazionando il Consiglio in merito all’a1vità federale delle ultime 3 se1mane, rivolgendo un caloroso augurio alla Nazionale Femminile alla vigilia della seconda partita del girone del campionato europeo, in programma domani contro la Germania. Annunciata inoltre la scelta di Udine quale sede della finale del Campionato Europeo UEFA Under 21 del 2019 che verrà organizzato in Italia. Mentre a Bologna, che insieme a Reggio Emilia ospiterà le partite della Nazionale Italiana, si svolgerà la gara inaugurale.

Il direttore generale Michele Uva ha informato il Consiglio riguardo il programma di sostegno alle società operanti( nelle aree colpite dal terremoto del 2016 ‘Il Calcio aiuta’, annunciando che si è conclusa la prima fase che ha permesso già di erogare 305.603 euro ai 77 club individuati. Entro la fine di settembre si completerà la seconda fase che considererà le spese legate a interventi strutturali di piccola entità, servizi di trasporto e spese di affitto di strutture alternative. La terza e ultima fase riguarderà la fornitura di materiale tecnico-sportivo. Inoltre, ha presentato il report realizzato dal Centro Studi e Formazione in merito ai casi di discriminazione razziale e territoriale nel calcio professionistico italiano. Da questa analisi si evince che durante il periodo di riferimento esaminato (compreso tra il 2010-11 e il 2016-17) i giudici sportivi di primo grado di Lega Serie A, Lega Serie B e Lega Pro hanno registrato complessivamente 264 episodi di discriminazione, di cui 130 avvenuti nei campi della Serie A, 34 in quelli appartenenti alla serie cadetta ed i restanti 100 negli stadi di Lega Pro. Il fenomeno discriminatorio è in diminuzione: nel lasso temporale compreso tra il 2010-11 e il 2016- 17 è stata registrata una diminuzione del 74,5%, raggiungendo nell’ultima stagione il minor numero di episodi (14) riscontrati nei 7 anni analizzati. Nell’ambito delle iniziative della FIGC, che hanno l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sui temi legati al valore educativo dello sport grazie al coinvolgimento dei tesserati delle società, Uva ha presentato, inoltre, i risultati del programma ‘ Il Calcio e le Ore di Lezione’, rivolto alle scuole primarie e secondarie. La seconda edizione (stagione 2016/2017) ha visto lo svolgimento di 8.160 ore di lezione con il coinvolgimento di 72.976 studenti( di età compresa dai 6 ai 18 anni per un totale di 2385 classi, 766 scuole e 199 progetti realizzati(. In ultimo ha informato il Consiglio sull’attività della Commissione riguardo i procuratori sportivi, che si riunirà il prossimo 28 luglio per presentare le prime valutazioni sull’argomento già al prossimo Consiglio Federale fissato per il 4 agosto.

Ricorsi avverso la non concessione delle Licenze Nazionali per l’ammissione ai campionati professionistici 2017/2018 Nell’analisi della situazione generale, il Consiglio ha preso atto della mancata iscrizione in Lega Pro delle società Como, Maceratese, Mantova e Messina ed ha esaminato i pareri della COVISOC circa i ricorsi presentati dalle società Akragas, Arezzo, Fidelis Andria, Juve Stabia e Modena accogliendoli all’unanimità. Non sono stati riscontrati rilievi per l’ammissione ai campionati di Serie A e Serie B.

Proposta Serie B per la formula play off e play out per il campionato 2017/2018 Ferma restando la promozione dire"a delle prime due squadre classificate, il play off si disputa nel caso in cui la terza classificata non abbia un distacco dalla quarta classificata superiore a 14 punti. Prendono parte alla fase finale le 6 squadre dal 3° all’8° posto. Per quanto riguarda il play out, si svolge se il distacco della quart’ultima dalla quint’ultima non supera i 4 punti (rimane invariata la retrocessione diretta per le ultime tre classificate).

da: Figc.it

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: