» » » » » » » L’Aquila me’, Martedì 4 Luglio l’assemblea dei tifosi sulla situazione di stallo della cessione de L’Aquila Calcio


Nei mesi seguiti all’Assemblea pubblica della tifoseria rosso-blu del 12 marzo 2017 il Supporters’ Trust L’AQUILA ME’ ha fatto quanto nelle sue possibilità per favorire un esito positivo della difficile situazione della società L’Aquila Calcio 1927, mediante il coinvolgimento congiunto della proprietà del Sodalizio e dell’ormai ex sindaco Massimo Cialente. L’atteggiamento ondivago della Società, sulla carta intenzionata a venire incontro alle richieste espresse dalla ‘piazza’ ma nei fatti protagonista di una condotta ambigua e sfuggente, ha determinato una condizione di stallo che l’intera tifoseria aquilana ha tentato di sbloccare mediante un’attività di sensibilizzazione, denuncia e anche di contestazione nei confronti dei vertici del Club. 

Ne è seguita una pazzesca vicenda giudiziaria che, su segnalazione della Questura de L’Aquila e in base alle testimonianze rese da esponenti della società L’Aquila Calcio 1927, ha visto indagati per i reati di violenza privata e tentata estorsione otto tifosi della Curva Sud, sei dei quali peraltro Soci del Supporters’ Trust e tra questi lo stesso Presidente della nostra associazione. L’indagine è stata fortunatamente archiviata in tempi brevi dal momento che l’accusa semplicemente mancava di ogni fondamento, ma contestualmente la Questura ha comunque notificato ai tifosi coinvolti la misura amministrativa del D.A.SPO., per il cui annullamento ovviamente i supporters colpiti – finora egregiamente difesi dall'avvocato Stefano Marrelli – si batteranno in tutte le sedi competenti. 

Leggendo i verbali delle deposizioni rese dai rappresentanti della società L’Aquila Calcio 1927, in particolare dal direttore generale Fabio Guido Aureli e dall’amministratore unico Antonio Angelo Ranucci, si percepisce un particolare accanimento nei confronti del Supporters’ Trust, accusato di intimorire e condizionare i proprietari del Sodalizio e l’Amministratore unico non perdendo “occasione per organizzare conferenze stampa, rilasciare interviste […] assumendo atteggiamenti ostili e denigratori nei confronti della società”. Sono parole che – evidentemente anche secondo l'avviso di chi ha condotto le indagini – si commentano da sole, ma comunque se questa è la "colpa" di cui ci saremmo macchiati allora la rivendichiamo con fierezza, perché è una conferma della bontà dell’attività di denuncia condotta dalla nostra associazione, fin dalla sua nascita ispirata – pur con tutti i suoi limiti, di cui siamo consapevoli – a princìpi di trasparenza, di partecipazione, di pulizia. Nessuna intimidazione potrà farci recedere dai nostri propositi. 

Per questo, alla luce delle ultime notizie e nella perdurante incertezza legata alle trattative per la cessione della società L’Aquila Calcio 1927 e quindi alla partenza della nuova stagione sportiva, invitiamo tutti i sostenitori rossoblù a partecipare all’Assemblea pubblica che si terrà nella serata di martedì 4 luglio, a partire dalle ore 21, presso l’Auditorium A.N.C.E. di viale Alcide De Gasperi (quartiere Torrione). Sarà l’occasione per confrontarsi e deliberare insieme le mosse che la tifoseria aquilana intenderà attuare da qui in avanti.

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: