» » » » » » » » » » » » We Don’t Like Mondays! Bundesliga: la protesta dei tifosi contro il Monday Night. La contestazione dei tifosi dell'Eintracht ritarda l'inizio del match(Video)


Il calcio d'inizio di entrambi i tempi di gioco della partita della Bundesliga tra Eintracht Frankfurt e RasenBallsport Leipzig sono stati posticipati lunedì sera per la protesta dei supporters di casa contro l'introduzione del Monday Night nella massima serie della Germania.

La prima frazione è stata ritardata di circa dieci minuti dagli ultras dell'Eintracht che hanno lasciato il proprio settore, lo stand nord-ovest dietro la porta, e hanno cominciato a circondare il campo con striscioni che riportavano: "Le strade si riprendono il gioco - i tifosi dell'Eintracht dicono NO al lunedì!"

La seconda metà è stata poi rimandata per un periodo di tempo simile quando i fan hanno lanciato migliaia di palline da tennis sul campo e hanno drappeggiato i pali della porta con della carta igienica.

Durante entrambe le fasi della protesta, che si è svolta con calma, pacificamente e senza la necessità dell'intervento della polizia, intorno allo stadio sono stati esposti striscioni con messaggi che esprimevano l'opposizione dei tifosi al Monday Night, mentre i fan intonavano in coro "mafia del calcio!" rivolto alla Federazione calcistica tedesca.

Durante tutta la partita, in cui Eintracht ha battuto la squadra ospite per 2-1 giungendo al terzo posto della Bundesliga, i tifosi di casa si sono rifiutati di sostenere la propria squadra come parte della protesta, mentre fischiavano incessantemente ogni volta che la RB Leipzig era in possesso della palla.

"Si tratta di qualcosa di più di semplici goal o punti in classifica", si legge in una nota della Nordwestkurve Frankfurt, un'organizzazione che raggruppa diversi club di tifosi e gli ultras più accesi. "Questa è la domanda: i tifosi quanto sono disposti a sopportare ancora?"


'Il marketing è la loro massima priorità'

In una stagione che ha già visto significative proteste contro il Video Assistan Refree(Var), costi dei biglietti, restrizioni per bandiere e altre attrezzature e l'aggiunta di una selezione U20 cinese in un campionato regionale, i supporters tedeschi vedono nel Monday Night un ulteriore assalto alla cultura dei tifosi.

"Chiaramente, la lega e le società sono pronte a sacrificare i nostri interessi per i più piccoli guadagni finanziari", ha proseguito la dichiarazione dei tifosi di casa. "Finché avranno qualche euro in più nelle loro tasche, a loro non importerà quanti giorni di ferie dobbiamo prenderci dal lavoro per seguire le partite in trasferta. Il marketing è la loro massima priorità'

Ironia della sorte, la squadra ospite al Waldstadion per il primo Monday Night della Bundesliga era la formazione della RB Leipzig - il club franchigia creato nel 2009 dalla multinazionale austriaca degli energy drink Red Bull e considerata da molti tifosi tedeschi l'incarnazione del calcio super-commercializzato.


Curiosità, gli stessi tifosi della RB Leipzig hanno partecipato al boicottaggio della partita, mossa però pesantemente contestata da molte tifoserie che credono che il club, che ha aggirato la regola del 50% +1 qui e qui dettagli), non dovrebbe proprio esistere.


Le proteste anti-Monday Night sono destinate a continuare lunedì prossimo quando il Borussia Dortmund ospiterà l'Augsburg al Westfalenstadion. I gruppi di tifosi del Dortmund della "Südtribüne Alliance", compresi i tre gruppi ultra più caldi, hanno chiesto un vero e proprio boicottaggio della partita.

Oltre 315 fan club hanno annunciato l'intenzione di unirsi alla contestazione che potrebbe tradursi in fasce di posti vuoti all'interno dello stadio e sul famoso muro giallo.

Il settore ospiti sarà vuoto, il tifo organizzato ospite ha infatti annunciato il rifiuto di fare un viaggio di 600 chilometri da Augsburg di lunedì sera.

tradotto e adattato da thesportsman.com

About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: