» » » » » » » » » L’Ovidiana Sulmona torna al Pallozzi: 'Merito soprattutto degli Ultras Sulmona che con il progetto di calcio popolare Ovidiana hanno mantenuto viva una tradizione calcistica e di tifoseria che va avanti ormai da decenni'


Domenica al Pallozzi, per l’Ovidiana Sulmona sarà un po’ come tornare a casa e un po’, sarà una domenica come le altre. Sarà tornare a casa perché finalmente Sulmona torna ad avere una sola squadra, in una categoria – la Promozione - che non è quella che i tifosi vorrebbero, ma almeno è affacciata verso palcoscenici importanti. Sarà invece una domenica come le altre perché nonostante tutto, in questi anni il calcio in città c’è stato ed in maniera dignitosa. Merito soprattutto degli Ultras Sulmona che con il progetto di calcio popolare Ovidiana hanno mantenuto viva una tradizione calcistica e di tifoseria che va avanti ormai da decenni. Per quattro anni si sono sobbarcati di giocare su campi messi malissimo, contro giocatori con a fine carriera o affetti da rilassamento addominale e arbitri dalla fedeltà coniugale discutibile. Lo hanno fatto senza badare ai risultati, oltre ogni categoria, il tutto condito da una buona dose di birra e caffè Borghetti. Del resto per loro esisteva un vecchio rituale, quello della partita alla domenica e come tale andava onorato sempre supportando i colori della città, il bianco e il rosso, cantando per la propria squadra fino a quando la voce mancava, dove tutto il resto per novanta minuti non esisteva.

Domenica allo stadio poi, sarà anche un po’ come ritrovarsi, perché l’Ovidiana quest’anno si è fusa con il Sulmona Calcio e per questo la prima squadra cittadina tornerà finalmente ad avere la propria tifoseria e gli ultras torneranno di nuovo a cantare su delle gradinate vere. In città l’entusiasmo è altissimo, come dimostra la “febbre da abbonamento” che fa attestare la piazza ovidiana fra le città con più abbonati in Abruzzo: la quinta dopo Pescara, Teramo, L’Aquila e Avezzano.

Domenica al Pallozzi, contro il Bacigalupo Vasto ci sarà l’esordio casalingo per i biancorossi, quello in campionato c’è già stato domenica scorsa ad Ortona dove i sulmonesi sono usciti sconfitti due a zero, ma nessuno ha pensato minimamente di perdersi d’animo. Ogni partita ha una storia a sé e c’è tutto un campionato in cui battersi e nel quale provare a far sì che Sulmona sia ancora una valida piazza. Per quanto riguarda il tifo invece non ha mai smesso di esserlo e domenica ancora una volta al fischio d’inizio “come una bolgia il tifo esploderà”.


About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: