» » » » » » » » » » » » » » » » Premier League abbonamenti 2013/14, i tifosi protestano ma i prezzi non scendono


Nonostante le reiterate proteste, sostenute e coordinate dalla Football Supporters Federation con la campagna 'Twenty’s Plenty for Away Tickets'(dettagli qui), nel corso di tutta la stagione appena conclusa e che  hanno visto come ultimo atto concreto il corteo di protesta(qui video), in occasione della pubblicazione dei calendari del prossimo campionato a cui hanno preso parte rappresentanze di tutte le tifoserie della massima serie inglese, i club della Premier League sembrano aver, come da tempo è diventata tristemente consuetudine, snobbato le richieste dei tifosi e i prezzi degli abbonamenti per la stagione 2013/14 sono rimasti sostanzialmente invariati o hanno registrato lievi aumenti.
Di seguito la rilevazione svolta da Sportingintelligence.com sui prezzi degli abbonamenti, e dove possibile, dei singoli biglietti dei 20 club che disputeranno la stagione 2013/14 della Premier League, mettendo in evidenza gli estremi tra abbonamenti più economici e quelli più costosi con le variazioni registrate rispetto alla precedente stagione.
I tifosi continuano a domandarsi il perchè dell'attuazione di tali politiche di prezzo che vanno a danno dell'affluenza negli stadi(dati della stagione 2012/13 qui) nonostante il fiume di denaro che arriverà nelle prossime stagioni grazie al contratto collettivo su diritti televisivi che farà entrare nella Premier circa 6 miliardi di euro nei prossimi 3 anni, e spingono sempre di più verso richieste che riportino, in sempre maggior numero, i tifosi allo stadio(come ad esempio le standing areas che rappresenterebbero un'occasione per la creazione di settori con prezzi popolari accessibili).
Complessivamente in media gli abbonamenti meno costosi hanno registrato un aumento di prezzo del 2,27% e quelli riservati a settori più costosi un aumento del 2,3%
L'abbonamento più economico è quello del Manchester City che comunque ha registrato un aumento dell'8% rispetto alla stagione precedente, otto i club(tra i quali Manchester United e Chelsea, e Swansea) che hanno mantenuto i prezzi al livello dello scorso anno.
Fulham(-11,1%), Norwich e Liverpool(sebbene sia il terzo abbonamento più caro in assoluto per i settori economici) hanno abbassato i prezzi per i settori meno costosi.
Aumenti significativi per Crystal Palace(+19,4% e +18,2%), Cardiff City(neopromosso, +9% e +9%) e Manchester City(+8% e + 4,5%).
Solo il Norwich ha complessivamente rivisto al ribasso i propri prezzi per gli abbonamenti stagionali(rispettivamente -5,4% e -5%).
L'Arsenal, sebbene abbia mantenuto i prezzi invariati rispetto allo scorso anno, e si stia impegnando in politiche per riportare i giovani allo stadio(grazie alle pressione dell' Arsenal Supporters Trust (AST) e l' Arsenal Independent Supporters' Association (AISA)qui dettagli), è ormai divenuto un club da ''business class'' come ormai sono in molti a definirlo, l'abbonamento meno costoso 1.156 euro, il più costoso 2.294 euro, per non parlare dei singoli biglietti che oscilleranno da i 27 ai 145 euro per match casalingo.



Le proteste, stando ai dati attuali sembrano destinate ad aumentare...

Altro sugli stadi:
Statistiche spettatori negli stadi:
Altro sui report sul calcio italiano e europeo:

About StefPag82

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: