» » » » » » » Calcio & territorio, a Padova tifosi e Società finanziano il restauro di un affresco di Sant’Antonio(Video)


Una sfida vinta. Quest’estate il Calcio Padova e il suo presidente, Roberto Bonetto, avevano scommesso assieme a tutti i tifosi sulla campagna abbonamenti. Per ogni abbonamento acquistato da un biancoscudato, un euro è stato devoluto per il restauro dell’affresco “Sant’Antonio che predica ai pesci”, presente nella Basilica del Santo e scelto dalla Società assieme alla professoressa Giovanna Baldissin della Veneranda Arca di Sant’Antonio. La sfida lanciata dalla Società era quella di superare quota 5000 abbonati, soglia mai superata negli ultimi vent’anni, oltrepassata la quale il Calcio Padova si era impegnato a raddoppiare la cifra da devolvere. A settembre, nell’entusiasmo generale, la campagna abbonamenti si è chiusa a quota 5269 e oggi il Presidente Bonetto, il Direttore Generale Zamuner, mister Foscarini e il suo staff, assieme ad una nutrita delegazione di giocatori, si sono recati al Santo per inaugurare i lavori assieme a rettore della Basilica padre Oliviero Svanera, alla professoressa Baldissin e al responsabile del restauro, Giorgio Socrate. Con loro, anche alcuni rappresentanti dei tifosi organizzati, protagonisti di questa fortunata iniziativa. La comitiva biancoscudata ne ha approfittato per una breve visita e una preghiera in Basilica, mischiandosi ai molti fedeli e pellegrini presenti.

Il Presidente Roberto Bonetto: “È stata un’esperienza bellissima e profonda. Siamo venuti qui per l’iniziativa relativa al restauro dell’affresco di Sant’Antonio, e devo ringraziare per questo i tifosi. Poi già che c’eravamo abbiamo ricevuto una speciale benedizione, che non guasta mai… Restaurare anche l’affresco a lato in caso di salvezza? Senza dubbio! Vogliamo mantenere la categoria dopo tutta la fatica e i sacrifici fatti per arrivarci negli ultimi 4 anni, e vogliamo farlo in particolare per i nostri meravigliosi tifosi. Dobbiamo raccogliere l’esempio di Sant’Antonio: penso che i ragazzi sappiamo esattamente cosa devono fare, siamo tutti amareggiati ma dobbiamo rialzare la testa e gonfiare il petto perché rappresentiamo una città è una maglia prestigiosi. Dobbiamo lottare con tutte le nostre forze, ma sono ottimista e convinto che ne usciremo fuori!”


About Stef Pag

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: