Continua il nostro viaggio nelle altre realtà italiane di calcio popolare, oggi ringraziamo il Palermo Calcio Popolare, che ci ha regalato una bella intervista.

Avete una visione romantica del calcio fatto di sentimenti e passione, quando è partita questa avventura?

La nostra avventura parte il 29 febbraio 2016, data di costituzione della società. In realtà già da alcuni anni l’idea girava in testa ad un gruppo di amici, stanchi di un calcio che si allontanava sempre di più dalla gente, delle tantissime restrizioni per assistere ad un match, e della mercificazione che coinvolgeva anche i giocatori attenti piuttosto ai loro ingaggi. Tra una pinta e l’altra l’idea ha preso forma e pur senza esperienza dal punto di vista tecnico, abbiamo dato vita alla nostra idea di calcio. Un progetto che ruota intorno alla gente cuore pulsante di tutto. Insomma un calcio romantico che non sarà il calcio che tutti sognano o che tutti considerano giusto, ma è l’idea di calcio che piace a noi, senza mai dimenticare la nostra fede, quella per il Palermo. Noi non siamo e mai saremo l’alternativa al Palermo che reputiamo l’unica squadra da tifare in città, ma proprio l’attaccamento morboso alle nostre radici ed alla nostra città ci hanno convinto ed il tutto è avvenuto in modo molto naturale, che l’emblema del nostro progetto dovesse essere il Genio di Palermo.

Sono state di più le persone che hanno considerato folle la vostra idea o quelle che vi hanno sostenuto?
Dopo 3 anni e mezzo di vita sono stati di più i folli che ci hanno seguito. Dai 13 soci fondatori, oggi siamo diventati più di 20 e nella nostra seppur breve vita abbiamo raccolto, più di 500 Sostenitori. Abbiamo ricevuto donazioni online da tutto il mondo ed ogni volta che succede è un’iniezione di fiducia e di orgoglio che si manifesta intorno al nostro progetto.

Il calcio è della gente, questo il vostro motto che noi condividiamo appieno, quali sono gli ingredienti principali di questa splendida ricetta?

Giocatori ed allenatore della prima squadra non percepiscono un solo euro. Abbiamo mutuato il motto del Queens Park la più antica squadra scozzese Ludere Causa Ludendi, giocare per il piacere di giocare. Uno degli ingredienti principali di questa ricetta è la Scuola Calcio Popolare, realizzata in uno spazio pubblico, il Parco della Salute a Palermo. I prezzi sono popolari, 10 euro la quota mensile, che viene addirittura azzerata in caso di ISEE inferiore ai 6000 euro. Rendere il calcio accessibile a tutti e non solo ai più fortunati, è questo il nostro obiettivo, indipendentemente dalle qualità tecniche dei ragazzi iscritti. La scorsa stagione abbiamo inoltre messo in piedi una squadra del Settore Giovanile, composta da ragazzi provenienti dalle periferie o dal centro storico di Palermo, all’interno di una realtà chiamata Calciando in rete, e sena alcun onere finanziario per le famiglie.
Aldilà di ogni divisione di campanile sparsa nel nostro stivale crediamo che le realtà di calcio popolare, sono sicuramente estremamente romantiche, ma è il calcio più bello che il Dio pallone può regalarci.

Lunga vita al Calcio Popolare………..contro il Calcio Moderno !
Il calcio è della gente

About StefPag82

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: