» » » » » » » » » » » » MyROMA sulla partnership tra AS Roma e Socios.com: 'Il vero coinvolgimento passa dallo stabilire relazioni sincere e costruttive con la base dei tifosi, ascoltarli e accogliere il loro aiuto e supporto...'



Il documento scritto da MyROMA all'AS Roma il 19 Luglio 2019

Con la presente lettera, che vuole essere l'inizio di una nuova stagione di dialogo e confronto fra l’AS Roma e i suoi tifosi, le cui lamentele e i cui consigli sono stati - a nostro avviso - per troppo tempo ignorati.

Come Supporters Trust dei tifosi dell’AS Roma, crediamo fermamente che un rapporto di scambio con la tifoseria (intesa come collettività dei tifosi romanisti) possa essere estremamente proficuo per le sorti del club.

Veniamo ora dal leggere della nuova partnership dell'AS Roma con Socios.com, con l’obiettivo di offrire ai tifosi giallorossi strumenti di coinvolgimento all’interno di alcuni processi decisionali del Club.

In merito a questo obiettivo siamo stati i primi a credere che dalla collaborazione tra dirigenza e tifosi deriva un aumento del coinvolgimento e la possibilità di mettere in campo progetti ideati proprio da chi un giorno ne potrà essere il fruitore.

Proprio con lo stesso obiettivo che negli ultimi nove anni abbiamo portato avanti numerosi progetti come l'audiodescrizione per non vedenti allo stadio Olimpico, lo Sportello del Tifoso diventato poi Centro Servizi AS Roma, l'A.S.Roma Card Away: in trasferta senza tessera del tifoso, lo Stadio Bus per i tifosi disabili, l'Hometicketing (con aggiunta delle Curve) e quello per tifosi disabili, il ricorso vinto Garante Privacy per i moduli della tessera del tifoso e tanti altri sui cui non ci dilunghiamo per non perdere la centralità dell'obiettivo di questa lettera, ma tutti sempre per il bene dell'AS Roma e dei suoi tifosi.

La notizia della nuova partnership tra la AS Roma e la piattaforma Socios.com ci lascia particolarmente interdetti. A partire dalle tempistiche e della forse necessaria menzione che la società avrebbe dovuto fare in occasione della recente assemblea dei soci, vista la rilevanza dell'iniziativa.

Un'operazione presentata in maniera estremamente opaca perfino nel comunicato ufficiale rilasciato dalla società che auspichiamo possa rispondere ai quesiti dei tifosi sulla nuova iniziativa di 'coinvolgimento', o per dirla all'americana 'fanengagement', che già ad una prima lettura delle poche informazioni disponibili sembra più un'operazione di monetizzazione della passione dei tifosi che quanto prospettato.

Non riteniamo questo sia lo strumento valido per ricucire le relazioni tra club e tifosi, probabilmente al loro minimo storico nell'era di questa presidenza, né utile per creare un vero coinvolgimento dei tifosi come da noi auspicato e promosso in questi anni.

Il vero coinvolgimento passa dallo stabilire relazioni sincere e costruttive con la base dei tifosi, ascoltarli e accogliere il loro aiuto e supporto, saper valorizzare e attirare volontari e gente comune per ridare un'anima che si sta perdendo tra plusvalenze, trofei virtuali e coppe di social network.

Il tema Socios.com non è una novità tra i tifosi: in UK è stato recentemente annunciata la partnership tra la piattaforma e il West Ham e tale iniziativa ha scatenato trasversalmente tutta la tifoseria e numerosi organi di stampa e giornalisti che hanno evidenziato quanto sia fumosa nella sostanza la paventata 'partecipazione' attraverso i Fan Token(LINK) e quanti rischi possa comportare lo scaraventare i tifosi nel mondo ancora poco esplorato delle criptovalute.

Il tema sarà un argomento che nella nostra interlocuzione con le parti politiche, nell'ambito della proposta di legge sulla partecipazione popolare, porremo in cima alle nostre attenzioni chiedendo alla politica misure per regolamentare e rendere trasparenti operazioni come queste. E invitiamo la FIGC a vigilare e a chiedere le opportune verifiche per la tutela e tifosi.

Socios.com è gia passato sotto l'attenzione sia dell'organizzazione dei tifosi inglesi che delle organizzazioni europee dei tifosi, e tutte hanno sollevato preoccupazione per la vaghezza delle iniziative e per la mancanza di una partecipazione vera.

Ora, la prima questione che poniamo riguarda la struttura dell'operazione: aderendo a socios quale è l'esatto percorso dei 2 euro versati? Finiranno alla Roma che poi acquisirà da socios i fan token e li distribuirà ai tifosi? Oppure i tifosi acquisiranno i token da socios che gestirà il processo di 'partecipazione' nella AS Roma? Quale sarà la relazione tra la AS Roma e la piattaforma?

Essendo il termine "Socios" originariamente applicato ai club spagnoli di proprietà dei tifosi, è un modello di gestione che prevede la partecipazioni dei membri in un club la cui forma è quella di associazione, i casi più celebri sono Barcellona e Real Madrid. I Socios di cui stiamo parlando sono una società che vuole lanciare nel mondo del calcio la propria criptovaluta - Chiliz - ($CHZ) - e che vende il coinvolgimento dei tifosi utilizzando un sistema basato sulla blockchain.

Ora il tifoso medio si ritroverà in mano un qualcosa riconducibile a quanto sopra, per quanto la tecnologia della blockchain sia estremamente interessante, e di certo produrrà nel futuro delle ottime e utili applicazioni per la tutela dalla privacy, la gestione di database e la trasparenza delle operazioni, le singole criptovalute hanno delle criticità intrinseche nella loro natura.


Ciascuna criptovaluta crea un nuovo proprio universo commerciale fatto da tutti quei soggetti che la riconoscono come valuta di scambio: con i Chiliz - ($CHZ) si possono acquistare beni e servizi da enti che le accettano. Il destino di questo universo è connesso al successo e all'imposizione del Chiliz, il campo delle criptovalute è giovane ed è lecito aspettarsi nel medio periodo una fase di forte concorrenza tra le diverse piattaforme che può e lascerà vittime sul percorso.

Per uscirne la criptovaluta andrà convertita in valuta corrente ma ci dovrà essere un soggetto che voglia acquistarla. Sarà quindi soggetta a fluttuazioni dettate da domanda e offerta e, vista la poca diffusione della criptovaluta e liquidità del mercato, non è detto che sia scontato.
Il suo valore sarà dato dalla domanda/offerta che deriverà dalle altre immissioni di nuovi club nel circuito.
Si profila così un vero e proprio investimento speculativo soggetto ad estreme oscillazioni di fattori estremamente più complessi rispetto alla partecipazione azionaria, oltre a dare meno diritti e influenza.

Quindi in questo senso la criptovaluta vs investimento azionario incorpora un maggiore rischio e minore rendimento (voto sulla piattaforma e no dividendi contro voto in assemblea dei soci e potenziali dividendi), economicamente non ha senso.

Le domande che ci pervengono e di cui chiediamo a Voi delucidazioni sono quindi le seguenti:
Perché pagare un sito per acquistare a 2€ chissà cosa per poter dire la propria opinione su tematiche pre filtrate?
Perché farlo se oggi si può accedere al capitale sociale comprando le azioni e partecipare direttamente alle assemblee degli azionisti?

La partnership ci appare quindi un'operazione che nonostante gli intenti non persegua veramente l'obiettivo di offrire ai tifosi giallorossi strumenti di coinvolgimento all’interno di alcuni processi decisionali del Club, anzi sembra peraltro un modo per continuare ad identificarli come clienti, fruitori di uno o più servizi, e non protagonisti.

Se così non fosse, sottolineamo che MyROMA non è Socios di un sito internet ma azionista della As Roma e come Supporters Trust dell'AS Roma, e che siamo a disposizione, come sempre, per intraprendere un serio e proficuo progetto con al centro sempre il bene della Roma e dei suoi tifosi.

Siamo quindi a richiederVi un incontro con una nostra delegazione per individuare delle formule di collaborazione, utili e profique per entrambi le parti, in funzione del bene dell'AS Roma.

Sicuro della Vostra sensibilità e disponibilità in merito, Vi ringrazio anticipatamente.
In attesa di una Vostra risposta,
vogliate ricevere i più cordiali saluti giallorossi – RGB 255,179,0 – 142,0,28
Forza Roma.

Roma, lì 19 Luglio 2019
Il Presidente                                         
Dr. Giuseppe Cuscusa


A:

Spett.le A.S. ROMA S.p.A.
Viale Tolstoj 4
00144 – Roma (RM)

Alla c.a. Dr. Guido Fienga
Chief Executive Officer

Alla c.a. Dr. Francesco Calvo
Chief Revenue Officer

e p.c. Dr. Gabriele Gravina
Presidente F.I.G.C.

E p.c. On. Daniele Belotti
relatore al ddl Deleghe al Governo
in materia di ordinamento sportivo

About StefPag82

Admin Contatti Facebook, Twitter, Google+
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento: